Rimodulare le energie

IMG631Pasta all’uovo, passare una domenica mattina a lavorar con un grumo di farina e uova di 2 kg, con la schiena rivolta al focolare ti fa’ vedere le cose da un altro punto di vista :)

Il progetto iniziale di permacultura va’ avanti ma dovrà necessariamente essere rivisto in quanto di tempo a disposizione ne ho poco e gli obiettivi vanno perseguiti anche in base al tempo a disposizione.

Era un’idea che mi frullava da tanto tempo quella di seminare con metodo fukuoka su vasti areali ma sono rimasto sempre bloccato dall’idea di mettermi chino per giorni a preparare palline d’argilla, poi grazie anche  a Nicola di ortodicarta ho pensato che l’uso della betoniera potesse essere una buona alternativa alla distruzione della mia schiena.

quindi così faro’ : preparero’ le palline di argilla per la semina dell’avena e le confronterò con una semina su letto classico; come al solito verranno analizzate le perdite (energetiche, economiche) e le rese in modo da confrontare le due culture, questa cosa poi dovrà essere ripetuta di anno in anno: questo garantirà la ripetibilità del processo senza che il terreno vada in stress.

il metodo Fukuoka prevede anche l’uso di leguminose, se riusciro’ a trovarle, userò il trifoglio incarnato o addirittura la roveja, ma per questa pianta dovrò vedere il suo comportamento con i fusti dell’avena, in quanto è una leguminosa rampicante piuttosto rustica.

 

Inoltre c’è il progetto “orti condivisi”: è ancora in fase embrionale ma l’idea sarebbe quella di utilizzare una parte del mio terreno per un orto/ frutteto condiviso, dunque se qualcuno della zona è interessato, mi scriva pure: fra qualche tempo ci riuniremo per discutere del progetto e per creare delle regole condivise.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 476 follower